BASKET: UN ALTRO FINALE AMARO PER LA BETALAND, TORINO PASSA AL FOTOFINISH

ottobre 29, 2017 Commenti disabilitati su BASKET: UN ALTRO FINALE AMARO PER LA BETALAND, TORINO PASSA AL FOTOFINISH

Com’era successo contro l’EA7 Emporio Armani Milano, la Betaland tira fuori le unghie, un’energia straordinaria, ma si ferma a pochi possessi dal centrare la vittoria contro una big.

In un finale per cuori fortissimi, l’ultimo tiro diDenis Ikovlev, autore della sua miglior partita con la canotta orlandina, si spegne purtroppo sul ferro e consente alla Fiat Torino di portare a casa i due punti al PalaSikeliArchivi.

Una gara dalla doppia faccia per la Betaland Capo d’Orlando: splendida in attacco nei primi 20′, con giocate di altissimo livello sia sul piano individuale che collettivo (e fino al massimo vantaggio, il +12 di metà gara sul 44-32), con 9 uomini a segno e due in doppia cifra (Justin Edwards e Denis Ikovlev a quota 10).

Dopo l’intervallo, un altro tipo di partita: una fisicità “europea”, Jakub Wojciechowski, Mario Delas e Edwards a rispondere ai tentativi di rimonta degli ospiti, fino agli ultimi minuti dove le due squadre, entrambe sotto pressione, commettono qualche errore di troppo.

A 29 secondi dalla fine l’antisportivo fischiato a Ikovlev (sul 70-69) è una svolta: Deron Washington firma i due liberi per il 70-71, Torino non riesce a sfruttare pienamente l’occasione e commette infrazione di 24″. Ne restano appena 4.6, ma è ancora lunghissima. Atsur perde palla sulla rimessa, dall’altra parte Diante Garrett porta gli ospiti a +3 dalla lunetta con 4.4 secondi e c’è un’ultima chance per i padroni di casa. Ultima rimessa, Ikovlev riesce a liberarsi per una tripla che poteva valere il supplementare, ma trova solo il ferro.

Un altro k.o. in volata, dunque, per una squadra che sta raccogliendo meno di quanto produce in termini di intensità e applicazione difensiva (68 punti di media concessi nelle ultime 5 gare tra Serie A PosteMobile e Basketball Champions League).

Prossimi impegni: mercoledì sera (18.30) in casa dei campioni in carica della Basketball Champions League, l’Iberostar Tenerife. Domenica, alle 17, si torna al PalaSikeliArchivi: arriva la VL Pesaro.

Betaland Capo d’Orlando – Fiat Torino 70-73 (28-22, 44-32, 58-55)

Betaland Capo d’Orlando: Galipò ne, Alibegovic 7 (1/1, 1/4), Ihring 6 (3/5, 0/1), Atsur 2 (1/2, 0/3), Kulboka 10 (2/2, 1/5), Laganà ne, Strautins, Delas 8 (3/6, 0/1), Edwards 17 (5/8, 0/2), Wojciechowski 6 (3/6, 0/2), Ikovlev 14 (4/4, 2/4), Donda ne. All: Di Carlo

Fiat Torino: Garrett 11 (4/9, 0/3), Parente ne, Vujacic 13 (5/6, 1/8), Poeta 1 (0/1, 0/1), Stephens ne, Patterson 6 (1/4, 0/3), Washington 9 (2/5, 1/3), Okeke 6 (2/2), Jones 6 (2/4 da 3), Mazzola 3 (0/1), Mbakwe 14 (4/4), Iannuzzi 4 (2/4, 0/1). All: Banchi (orlandina)

Le parole di coach Gennaro Di Carlo nel post gara di Betaland Capo d’Orlando – Fiat Torino: “Nei secondi due quarti abbiamo perso 13 palle ed in una partita così dura e combattuta non te lo puoi permettere. Per questo sono arrabbiato, perché è vero che stiamo crescendo, è vero che abbiamo fatto un’ottima gara, ma come è successo contro Milano ci siamo fermati a pochi possessi dal vincerla. Ogni volta che andiamo in campo lo facciamo per vincere, dunque essere arrabbiati è il minimo che possa accadere dopo questo risultato. A caldo ovviamente mi girano le scatole, è inevitabile. Negli ultimi concitati momenti di una partita può accadere di tutto, ma il problema è che non bisogna arrivare a quel punto. Probabilmente ci bastava un canestro negli ultimi due minuti per portare a casa la vittoria, ma nei confronti dei miei ragazzi ho piena fiducia. Dobbiamo ancora migliorare e avere più continuità, siamo andati vicini a vincere, contro una delle squadre più forti di questo torneo: Torino ha mentalità e non si è smarrita quando abbiamo provato a darle una spallata importante.” (orlandina)

Comments are closed.