CALCIO: CITTA’ DI S.AGATA, BUDA – CARRELLO E L’ESAME MISTRETTA È SUPERATO

dicembre 12, 2015 Commenti disabilitati su CALCIO: CITTA’ DI S.AGATA, BUDA – CARRELLO E L’ESAME MISTRETTA È SUPERATO

image

Ennesimo esame superato. Questo quanto emerge al termine della trasferta in casa del Città di Mistretta, dove la capolista Città di S.Agata, ha centrato l’undicesima vittoria stagionale. A mettere a segno i gol del successo Buda, due reti in altrettante gare giocate, e lo juniores “Ninni” Carrello, che ha capitalizzato al meglio uno slalom capolavoro di Iuculano. Con il più classico dei punteggi quindi, la squadra guidata da mister Cambria, si conferma sempre più leader di questo torneo. Il match andato in scena su un terreno alquanto allentato, non ha permesso al S.Agata, di sciorinare la solita ed apprezzabile manovra, fatta di giro palla e fraseggi, insomma per usare termini cari alla scherma, oggi piuttosto che il fioretto, Zingales e compagni, hanno tirato di spada. Una squadra quindi che tra le sue qualità, ha anche quella di saper cambiare pelle, e lo si è intuito subito, sin dall’inizio, per essere più precisi, dalla formazione che il tecnico Cambria, ha mandato in campo, rinunciando inizialmente alla tecnica di Jack Bontempo e La Rosa preferendogli i muscoli di Truglio, che nel consueto 4-3-3, ha agito d’interno di centrocampo, disputando una bellissima partita, al pari di tutta la squadra, fermo restando che l’mvp del match risulta ancora una volta Fabrizio Bontempo, per lui quantità e qualità, mai banale, sempre pronto alla giocata più giusta ed efficace, insomma giocatore di altre categorie. Per quanto riguarda la cronaca, particolarmente nel corso della prima frazione, i padroni di casa, hanno imbrigliato bene la capolista, concedendo poco o nulla. Il primo spunto arriva al 12°, quando Zingales, elude due avversari e dal fondo scarica per Buda, che calcia prontamente ma colpisce in maniera debole e Nasca neutralizza senza difficoltà. Sul versante opposto due minuti più tardi, la retroguardia biancoazzurra, perde palla in uscita, Craccò serve Filetto, il suo diagonale, termina sul fondo. La partita, è parecchio bloccata, ma cosa che i piace sottolineare, correttissima, l’impressione è che soltanto il classico episodio, possa sbloccarla. Al 21°, una conclusione di Truglio, non inquadra lo specchio della porta. Dieci minuti più tardi lo stesso giocatore tenta di andare via tra due avversari, e termina giù. C’è qualche protesta biancoazzurra, neppure troppo convinta però, il direttore di gara, fa cenno di continuare. Poco prima del riposo, sono i padroni di casa a sfiorare il vantaggio. Su un traversone di Catanzaro, Caserta allontana con i pugni, il pallone perviene a Salamone che dai 18 metri calcia alto di pochissimo. In apertura di ripresa il S.Agata passa, grazie a Buda che si coordina bene dopo aver raccolto un pallone vagante e supera Nasca che tocca ma non trattiene. Trovato il vantaggio, Aiello e compagni, gestiscono bene la partita, rischiando poco o nulla, anzi al 66°, trovano il raddoppio. Azione capolavoro di Iuculano, che entra in area seminando il panico nella locale retroguardia, dal fondo scarica per Carrello, che di prima intenzione non lascia scampo all’estremo difensore di casa. Per gli amastratini, è un duro colpo da metabolizzare, nonostante i cambi i padroni di casa, non riescono a fare breccia tra le maglie biancoazzurre. La capolista controlla bene e prima del triplice fischio rischia soltanto in pieno recupero quando una conclusione di Filetto, si spegne fuori di poco. Al triplice fischio, ovvia soddisfazione in casa S.Agata, accompagnata oramai dal solito coretto…e se ne va la capolista se ne va. Per quanto riguarda il Città di Mistretta, considerando anche le pesanti assenze, ha giocato una partita dignitosissima, concedendo particolarmente nella prima frazione pochissimo ad una compagine che settimana dopo settimana, continua a scrivere bellissime pagine di sport. (Asd)

Comments are closed.