I siciliani tra i viaggiatori pi

marzo 2, 2009 Commenti disabilitati su I siciliani tra i viaggiatori pi
”Iniziata nel 2007, giunge al terzo anno la campagna antievasione condotta da Trenitalia sui treni del trasporto regionale per contenere il fenomeno dell’evasione e dell’elusione. Da ieri sono stati intensificati i controlli sia a bordo dei convogli sia nelle stazioni, durante la fase di discesa. Le operazioni sono condotte da speciali squadre con rapidita’ e discrezione, senza creare disagi ai viaggiatori, semplicemente chiamati ad esibire il proprio titolo di viaggio”. E’ quanto sottolinea in una nota le Ferrovie dello Stato. ”Nel corso del 2008, la campagna ha portato al controllo di circa 2 milioni e 500mila viaggiatori, 86mila dei quali sono risultati non in regola, o perche’ privi di biglietto o con titolo non regolare. Il tasso medio di evasione si e’ attestato intorno al 3,4 %. I controlli svolti a bordo hanno riguardato un milione e 800mila passeggeri in viaggio su oltre 37mila convogli. 67mila viaggiatori (pari al 3,8%) sono stati sorpresi senza ticket. La maglia nera e’ toccata alla Campania con un tasso di evasione del 10,9%, seguita da Lazio (4,7%) ed Emilia Romagna (4,2%). In questa speciale classifica sono i viaggiatori sardi a risultare i piu’ corretti, con un tasso di evasione dello 0,1%. Sotto l’1% l’evasione riscontrata a bordo treno anche in Friuli Venezia Giulia e Sicilia”, continua la nota. ”I controlli durante la discesa hanno invece coinvolto 725mila passeggeri, 19mila dei quali (2,6%) sono risultati privi di biglietto o con ticket non regolare. In questo caso sono stati i viaggiatori lombardi quelli piu’ indisciplinati, con un tasso di evasione del 7%. Le regioni piu’ virtuose sono state Molise (0,1%), Sardegna (0,2%), Sicilia (0,3%), le province autonome di Trento e Bolzano (0,3%) e l’Abruzzo (0,8%)”, continua la nota Fs. ”Nel corso del 2008 e’ cresciuto progressivamente il numero di viaggiatori che hanno immediatamente pagato la multa comminata, mettendosi quindi in regola. In tutte le Regioni si e’ registrata una diminuzione dei verbali, risultano in controtendenza soltanto Lombardia, Emilia Romagna, Toscana e Veneto”, continua le Fs. ”Da quest’anno, con l’entrata in vigore del Decreto del Ministero dell’Economia e Finanze, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n