Incendi nel messinese e nel palermitano, situazione preoccupante.

giugno 16, 2016 Commenti disabilitati su Incendi nel messinese e nel palermitano, situazione preoccupante.

image

Numerosi incendi si sono sviluppati in provincia di Messina nei comuni che ricadono all’interno del Parco dei Nebrodi –Santo Stefano di Camastra, Capo d’Orlando eTorrenova – anche per il forte vento che ha esteso il fronte del fuoco. A Santo Stefano la situazione è particolarmente grave nelle contrade Tudisca e Torrazza, con i residenti costretti a evacuare le loro case. A Capo d’Orlando un incendio ha interessato il capannone Brico Gmc di via Gambitta Conforto. Le fiamme sono divampate da un terreno circostante, sino a raggiungere la struttura. Sempre a Capo d’Orlando le fiamme hanno raggiunto contrada Gambitta Conforto. A Torrenova diversi incendi stanno lambendo alcune abitazioni.

La strada statale 113 “Settentrionale Sicula” provvisoriamente chiusa, per un incendio, tra Lascari e Cafalù, in provincia di Palermo. L’autostrada A20 Palermo – Messina, tra gli svincoli di Buonfornello a Castelbuono – è chiusa in entrambe le carreggiate a causa degli incendi che stanno lambendo anche alcune costruzioni e alberghi della zona. Prima dello svincolo di Buonfornello, dove l’autostrada A20 Palermo – Messina si biforca con la A19 Palermo-Catania, si è formata una coda lunga alcuni chilometri. 

Le auto dirottate sulla statale 113 in direzione di Cefalù, nei pressi di Lascari, camminano a passo d’uomo. I vigili del fuoco hanno fatto evacuare per precauzione l’Hotel Costa Verde di Buonfornello, che si trova ai margini dell’autostrada, e un residence in località Mazzaforno.

Le squadre di soccorritori sono intervenute anche all’interno della galleria “Battaglia” dell’autostrada, per aiutare alcuni automobilisti che erano rimasti bloccati a causa del fumo che aveva invaso il tunnel. Una densa nube nera causata dagli incendi che stanno interessando la zona delle Madonie si nota anche a distanza di alcuni chilometri. In questo momento stanno operando nella zona 83 vigili del fuoco, 18 mezzi antincendio e quattro Canadair la cui azione viene ostacolata dal forte vento di scirocco. La Prefettura di Palermo ha istituito una unità di crisi. 

La protezione civile regionale ha emesso un avviso per rischio incendi e ondate di calore per “temperature elevate e condizioni meteorologiche che possono avere effetti negativi sulla salute della popolazione.(lasicilia)

image

image

image