Sapete perché i Simpson sono gialli?

settembre 30, 2015 Commenti disabilitati su Sapete perché i Simpson sono gialli?
Sapete perché i Simpson sono gialli?

I Simpson sono una delle serie animate più famose di tutti i tempi, ed hanno ispirato ed influenzato generazioni. Il famoso “D’Oh”di Homer è entrato a far parte dell’Oxford English Dictionary.

Ma non tutti conoscono “i segreti” di quella che è stata definita “la famiglia più famosa d’America”. Ecco dunque alcune curiosità sui Simpson che probabilmente non conoscevate.

Perché i Simpson sono gialli? Gli animatori avevano fatto diverse prove di colori dei personaggi. Matt Groening ha scelto il giallo perché in questo modo il programma era facilmente ed immediatamente riconoscibile per chi faceva zapping tra i canali, che poteva immediatamente riconoscere i Simpson in una frazione di secondo, ed inoltre il colore poteva incuriosire chi non conosceva il programma e spingerlo a fermarsi sul canale.

C’è un film nascosto dentro ai Simpsons. Avete presente McBain, l’eroe d’azione interpretato da Rainier Wolfcastle, l’alter-ego in Springfield di Arnold Schwarzenegger? Gli spezzoni che si vedono a volte negli episodi dei Simpson, che riprendono i cliché dei film d’azione, messi insieme creano un vero film con una trama completa e coerente.

Gli alieni Kang e Kodos prendono il nome da personaggi di Star Trek. Parlando di programmi TV, forse solo Star Trek ha avuto l’influenza culturale che hanno avuto i Simpsons, che a loro volta hanno omaggiato la famosa serie chiamando gli alieni Kang (un guerriero Kingon) e Kodos (un criminale interplanetario).

La combinazione del lucchetto di Bart è una citazione degli AC/DC. In diversi episodi si vede che la combinazione del lucchetto di Bart è 36-24-36: si tratta di una citazione diDirty Deeds Done Dirt Cheap degli AC/DC.

Nelle versioni trasmesse nei paesi arabi Homer beve soda anziché birra e salsicce egiziane di carne dato che alcol e carne di maiale vanno contro i precetti islamici. (Notizie dal mondo)

i-simpson-da-wikipedia

Comments are closed.