A Messina domenica 16 giugno nel complesso monumentale del Monte di Pietà anteprima del SalinaDoc Fest

Messina ospiterà domenica 16 giugno, al Monte di Pietà, a partire dalle ore 18.30 l’anteprima della diciottesima edizione del SalinaDocFest. All’evento, patrocinato dal Comune e dalla Città metropolitana di Messina prenderanno parte il sindaco Federico Basile e l’assessore ai Grandi eventi Massimo Finocchiaro, e vedrà la partecipazione del regista e attore siciliano Giuseppe Fiorello.

“Accogliamo con entusiasmo nella suggestiva cornice del Monte di Pietà l’anteprima della 18esima edizione del SalinaDocFest, uno degli appuntamenti più attesi dove cultura, turismo, e storia si fondono e, al tempo stesso, si valorizzano vicendevolmente. Sono questi gli elementi a cui teniamo molto per accrescere il valore dei nostri luoghi – dichiarano il Sindaco di Messina Federico Basile e l’Assessore ai Grandi Eventi Massimo Finocchiaro – per rendere la Città di Messina protagonista in un panorama che va oltre i confini territoriali promuovendo le nostre risorse storiche, culturali, ambientali ed enogastronomiche, e nello specifico, il nostro impegno è volto a renderla sempre più inclusiva, in linea con il tema dell’evento Libertà – Come essere Liberi”.

“Libertà è infatti il tema che porta il SalinaDocFest alla sua maggiore età: 18 anni di cinema sull’isola di Salina, per una edizione che vede, nell’anteprima messinese, un primo sviluppo del tema della Libertà – Come essere liberi, un tema quanto mai urgente oggi, nel nostro Paese e in tutta l’ Europa, a cui cercheremo di rispondere attraverso un programma intenso di film, incontri con gli autori, spettacoli, a partire da questa importante anteprima messinese con uno degli amici storici del Festival Giuseppe Fiorello, dedicata al disagio adolescenziale e al sogno dei giovani di amarsi senza paura”, così Giovanna Taviani, cui è affidata la direzione artistica del festival cinematografico dedicato al documentario narrativo, che si svolge ogni anno in una delle perle dell’arcipelago eoliano, affiancata per questa edizione da Antonio Pezzuto.

Il programma della serata prevede, in apertura un momento dedicato alla degustazione di vini eoliani con l’intervento dell’enologo Salvo Foti per presentare il percorso dei vini dal titolo ComeAmareBene&ComeBereBene. Seguirà la consegna del Premio Speciale Sdf – Città Di Messina da parte del sindaco Basile all’attore siciliano Fiorello per il film Stranizza d’amuri, al suo esordio da regista, e interpretato da Simona Malato, Fabrizia Sacchi, Samuele Segreto e Gabriele Pizzurro. Il film, che sarà proiettato nel corso della serata, ha recentemente ricevuto il Nastro d’Argento per il Miglior Regista Esordiente e il Globo d’Oro come Miglior Opera Prima. Ambientato nel 1982, Stranizza d’amuri racconta l’incontro casuale di due adolescenti tra cui nasce una grande amicizia che si trasforma in un sentimento e che i due sono costretti a mantenere segreto. In programma anche uno spazio dedicato all’incontro sul tema “Il sogno di amarsi senza paura”, cui parteciperanno Fiorello, Nichi Vendola, il critico cinematografico Nino Genovese e la giornalista e scrittrice Lidia Tilotta, in qualità di moderatrice.

(comune)

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: