Acquedolci: Installata la prima “Little Free Library”

Il 23 Aprile scorso si è celebrata la Giornata Mondiale del libro e del diritto d’autore, indetta dalla Conferenza generale dell’Unesco.
Cogliendo l’opportunità di questa ricorrenza, si è deciso di installare nei pressi del palazzo municipale la prima “Little Free Library” di
Acquedolci donata alla comunità dal Presidente del Consiglio Valeria Rubuano e dall’Assessore al turismo Giuseppe Reitano, per dare inizio al book sharing.
“Little Free Library” è un progetto internazionale di book sharing (condivisione di libri) che ha come scopo la promozione della lettura e dei libri. L’idea è nata negli Stati Uniti d’America quando un tranquillo signore di mezza età, per onorare la memoria della madre recentemente scomparsa, decise di mettere a disposizione i suoi libri sistemandoli in una casetta in legno davanti alla sua abitazione e lasciando che la gente li prendesse liberamente, per poi riportarli una volta letti.
L’idea ha avuto un successo clamoroso: sono migliaia, infatti, le “Little Free Library” in tutto il mondo, non solo negli Stati Uniti ma anche in Paesi come Ghana, Colombia, Uganda, Turchia, Lituania, Pakistan, Giappone, Francia, Germania, Spagna, Inghilterra e, ovviamente, Italia.
Adesso il progetto internazionale “Little Free Library” è gestito da un’Associazione senza scopo di lucro che ha sede negli Stati Uniti ed opera esclusivamente attraverso il sito web http://www.littlefreelibrary.org, tramite il quale si può aderire al progetto, informarsi sul regolamento e consultare la mappa di tutte le “Little Free Library” presenti nel mondo.
Le regole per un corretto funzionamento di queste casette sono molto semplici e si basano su due concetti fondamentali: il rispetto e l’educazione.
Il segreto infatti sta tutto qui: le Little Free Library funzionano solo se coloro i quali le usano fanno in modo che funzionino attraverso una semplice regola:
– Quando si prende un libro occorre, una volta terminata la lettura, riportarlo, oppure portarne direttamente uno in cambio.
Ci vuole grande senso civico e grande sensibilità per far funzionare al meglio una Little Free Library.
I primi due libri sono già lì: uno donato dall’assessore Giuseppe Reitano, libro che gli porta alla mente le esperienze vissute negli anni passati nell’esercito, e l’altro dal presidente Valeria Rubuano, il primo libro regalatole dalla madre alla quale deve il suo amore per la lettura.
Nella speranza che sia solo l’inizio di una grande e duratura esperienza, vi auguriamo una Buona lettura!!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: