ALCARA LI FUSI ENTRA NEL CIRCUITO BELLA SICILIA. PAESE DEI GRIFONI E DELLE AQUILE.

Se osservi le aquile, imparerai a volare alto, recita un famoso detto, ma per poterle osservare fare bisogna anche trovarle, nulla di più semplice, basta recarsi ad Alcara Li Fusi e aspettare che si alzino in volo. Alcara li Fusi è sicuramente uno dei paesi più rappresentativi del Parco dei Nebrodi e da oggi farà parte del Circuito Turistico Regionale Bella Sicilia.
Un paese ricco di storia e tradizioni popolari con feste di particolare richiamo come quella del “Muzzuni” che trova il suo culmine nella degustazione dei migliori e rappresentativi prodotti dei Nebrodi, dai formaggi alle ricotte alle erbette aromatiche per finire ai rinomati salumi di suino nero.
Ricchissima la presenza di beni artistici e architettonici, sia religiosi sia urbani, solo per fare un esempio il Convento dei Frati benedettini e la Chiesa di San Michele, immancabile un sorso d’acqua e una foto con e le bellissime fontane lavatoio, ancora perfettamente conservate. Certamente però Alcara Li Fusi trova la sua massima identificazione nell’enorme patrimonio di bellezze naturali, faunistiche e venatorie e acquatiche. Non a caso è una delle sedi Museo dell’Ente Parco dei Nedrodi. Qui sono raccolte e imbalsamate decine di specie animali che popolano il bosco. Numerosissime sono le escursioni organizzate da varie associazioni naturalistiche, gli amanti del trekking e della fotografia. Immancabile la visita lungo il sentiero Bacco che si estende sotto le “Rocche del Castro” un tratto di Appennino Siculo dalle sembianze simili alla roccia dolomitica le cui vette sfiorano i 1300 metri di altezza. Qui è possibile ammirare i Grifoni, uccelli che raggiungono un apertura alare di quasi 3 metri. Se si è fortunati si può scorgere anche qualche esemplare di Aquila Reale che qui riesce anche a nidificare. L’area è ricchissima di piante rupicole autoctone e molte essenze aromatiche, medicinali e mangerecce, come il profumatissimo origano siciliano. Non bastano poche righe per descrivere l’infinita ricchezza di questo paese. Da non perdere la visita al lago Maullazzo, un lago artificiale di circa cinque ettari popolato da numerosi anfibi e pesci, anatre, lucci, tinche, poiane ecc, tra le curiosità la menta acquatica. Il Lago si trova alle pendici del Monte Soru con i suoi 1400 m.s.l.m. la vetta più alta del parco dei Nebrodi.
“Mi occupo di turismo dal 2017 dice l’Assessore al Turismo di Alcara Li Fusi Carmelina Faraci e sono profondamente convinta dell’importanza di fare rete con altri comuni per sviluppare anche quel turismo di prossimità che possa offrire alternative a chi frequenta le nostre coste. Naturalmente l’offerta turistica di Alcara Li Fusi è di carattere esperienziale e non orientata a flussi di massa. Da noi si viene per vivere la natura, con i tempi della natura.
“Aderiamo al Circuito Bella Sicilia con la convizione di essere scrigno di imprescindibile visita per chi ama conoscere la Sicilia nel suo concreto dice il Sindaco di Alcara Li Fusi Ettore Dottore fresco di nomina a Vice Presidente dell’Ente Parco dei Nebrodi. Già negli anni scorsi avevo aperto un dialogo con Michele Isgrò oggi coordinatore di Bella Sicilia, con l’idea di inserire il comune in circuiti che possano dare ulteriore visibilità e risorsa promozionale al nostro paese. “Bella Sicilia” oggi raccoglie il testimone di quella progettualità e sono certo che insieme faremo cose bellissime per fare conoscere Alcara Li Fusi.
Per avere ulteriori informazioni è possibile scrivere alla mail circuitobellasicilia@gmail.com

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: