Capo d’Orlando Marina: bilancio del weekend 18-20 giugno 2021

Issata a Capo d’Orlando Marina la Bandiera Blu degli Approdi 2021. Da venerdì 18 giugno u.s., l’ambito
vessillo (unico in Sicilia) sventola, tra il mare e il cielo del porto orlandino, segno visibile della strada
percorsa per ottenere tale riconoscimento internazionale e dell’impegno assunto dalla Società a tutela
di ambiente, efficienza energetica, qualità e sostenibilità dei servizi.
Il presidente della società di gestione, dott. Fabio Filocamo, nel ringraziare la FEE per la fiducia rivolta,
ha accolto la Bandiera Blu come un punto di partenza, prima tappa di una lunga traversata, che possa
portare l’approdo e il comprensorio che la ospita, sempre più al centro della scena nautica e turistica.
La sfida vera– ha aggiunto – sarà mantenerla nel tempo, mostrandosi credibili nella durata, con
iniziative ed azioni concrete, volte a migliorarsi, anno dopo anno.
La cerimonia di presentazione della Bandiera Blu si è svolta alla presenza di numerose Autorità civili e
militari, accorse numerose a condividere un traguardo collettivo che interessa, in maniera trasversale,
una intera comunità, raccolta tra le Isole Eolie e il Parco dei Nebrodi.
Erano presenti alla cerimonia, i Sottosegretari di Stato on. Giancarlo Cancelleri e sen. Barbara Floridia,
l’eurodeputato on. Caterina Chinnici, i deputati nazionali on. Francesco D’Uva e on. Antonella Papiro, i
deputati regionali onn. Bernardette Grasso, Giuseppe Laccoto, Pino Galluzzo. In rappresentanza del
Presidente della Regione Siciliana, l’Assessore al Territorio e dell’Ambiente, on. Totò Cordaro.
Nell’occasione, il Sottosegretario alle Infrastrutture, on. Cancelleri, ha dichiarato che: “il riconoscimento
è adeguato agli standard che sono stati raggiunti; siamo in un luogo di eccellenza. Il Sottosegretario di
Stato all’Istruzione, sen. Floridia, ha voluto rimarcare “il ruolo essenziale della scuola, luogo ideale per
far fiorire una cultura di rispetto per la natura e per l’ambiente in cui le prossime generazioni abiteranno”.
Per parte sua, l’on. Cordaro ha affermato che: “questo è il riconoscimento di una perla che richiama
turisti, organizzazione, le migliori pratiche; un esempio in tema di accoglienza e portualità. Se poi la
portualità rispetta le regole della depurazione e, quindi, della tutela dell’ambiente, diventa per noi
privilegio ed è giusto che il privilegio, quando è costruito con costanza e rispetto della legge vada
premiato. È quello che è successo a Capo d’Orlando e per il governo Musumeci è ragione di orgoglio”.
Il capo del Compartimento marittimo di Milazzo della Capitaneria di Porto, capitano di fregata
Massimiliano Mezzani ha affermato che il traguardo va letto come stimolo a continuare su questa strada
che sicuramente vedrà il corpo della Capitaneria al fianco della società concessionaria e di tutti gli attori
istituzionali, nel costante lavoro che dovrà essere svolto per mantenere degli standard così elevati.
Orgoglioso si è detto il Sindaco della città orlandina, dott. Franco Ingrillì, che ha voluto condividere
questo successo con i suoi predecessori, presenti anch’essi, l’avv. Antillo, il rag. Messina e il dott.
Sindoni. Il presidente di Assomarinas, Associazione nazionale dei Porti Turistici, dott. Roberto Perocchio, ha
definito la Bandiera Blu come una credenziale da sfruttare in un periodo di rilancio del turismo nautico.
Dopodiché, ha incoraggiato le Autorità presenti a prendere in considerazione le varie istanze pendenti e a cuore dei porti turistici nazionali e locali. Effettivamente, è corretto dire di ripresa e rilancio del settore, poiché l’andamento della stagione estiva, per Capo d’Orlando Marina, sta facendo registrare il rinnovo dei contratti stanziali, per quanti clienti sono soddisfatti della scelta, e tante nuove prenotazioni; numeri importanti che, complessivamente, fanno ben sperare per il futuro. Il finesettimana in marina è stato animato altresì dalla manifestazione velica “Vela Cup”, promossa dal Giornale della Vela, nella sua formula della “regata per tutti”, alla terza edizione a Capo d’Orlando, con venti barche alle boe di partenza. Un caldo sole e un leggero vento di levante hanno accompagnato i regatanti. Primi all’arrivo, per ciascuna categoria: “First Lady” di Giuseppe Sgroi, “Yemanja” di Giuseppe Prestipino, “Freedom” di Patrizia Musarra, “Loup Alvar” di Francesco Siculiana, “Utopia di Leone Calabrò, “Before the Storm” di Massimo Lentsch, timonato da Peppe Fornich. Quest’anno, il premio “Gentleman yacht” è andato a Giovanni Nava, accompagnato dall’amico Salvatore Nocera, a bordo dell’imbarcazione “Maria 100”. Diversi gli sponsor della manifestazione. Spartivento, società di charter, ha fornito il gommone di
assistenza e la barca comitato. Il gruppo Sciotto Automobili ha esposto in marina alcune vetture che
hanno destato la curiosità dei passanti. Nautica 3D dell’ing. Aldo Calimeri, società di progettazione
meccanica e di sviluppo di prodotti, in stampa 3D e con lavorazioni meccaniche CNC, ha realizzato un
oggetto per ricordare la consegna della Bandiera Blu, appositamente disegnato e stampato in 3D,
usando solo materiali riciclati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: