Indicazioni diocesane per la ripresa delle celebrazioni

A partire dal 18 maggio, sarà possibile celebrare nelle chiese con tutti gli accorgimenti richiesti dalle normative vigenti. In particolare, occorrerà fare attenzione alle modalità di accesso al luogo della celebrazione, evitando assembramenti e raccomandando ai fedeli di essere responsabili per ciò che riguarda la temperatura, gli stati influenzali e gli eventuali contatti con persone positive al Covid-19.
I parroci indicheranno la capienza massima del luogo della celebrazione e sensibilizzeranno i fedeli alle attività di prevenzione, anche attraverso la collaborazione di volontari della parrocchia. Sarà richiesto l’utilizzo delle mascherine, il rispetto del distanziamento sociale e l’igienizzazione delle mani all’ingresso.
Per la distribuzione della Comunione, il sacerdote indosserà la mascherina e i guanti monouso, senza tralasciare l’igienizzazione delle mani. In base alla conformazione della chiesa, si potrà distribuire la Comunione nei posti occupati dai fedeli o invitando gli stessi fedeli a recarsi processionalmente dai ministri, nel rispetto della distanza sanitaria prevista.
È consentita la trasmissione in streaming delle messe con la partecipazione del popolo. Qualora le chiese non fossero idonee al rispetto delle disposizioni vigenti, sarà possibile svolgere le celebrazioni all’aperto, assicurandone la dignità e il rispetto della normativa sanitaria, soprattutto il distanziamento sociale.
È al momento sospesa la celebrazione del sacramento della Confermazione e delle “Messe di Prima Comunione”. (ADM)

A S.Agata Militello, sono stati individuati i posti a sedere disponibili all’interno della Chiesa Madre. In tutto ci sarà la possibilità di accogliere 170 fedeli, tenendo conto delle distanze di sicurezza indicate dal Governo e dalla CEI.
Al fine di agevolare il distanziamento richiesto per accedere in Chiesa e per ricevere la Santa Comunione, il pavimento del corridoio centrale è stato dotato di strisce di distanziamento pari a 1,5 metri.
L’accesso al Duomo sarà possibile solo dal portone centrale, mentre per le persone disabili o con ridotta capacità motoria si potrà accedere dalla porta laterale (lato Messina).
Inoltre davanti ai banchi centrali sono stati riservati n° 4 posti per disabili con sedia a rotelle.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: