La Polizia esegue ordinanza di aggravamento di misura cautelare. Agli arresti domiciliari 48enne per violazione del divieto di avvicinamento alle persone offese

Gli investigatori della Squadra Mobile hanno eseguito ieri la misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Tribunale di Messina, a carico di un quarantottenne originario di Caserta, in aggravamento della misura cautelare del divieto di avvicinamento alle persone offese, a cui lo stesso era sottoposto. In particolare, l’uomo è stato ritenuto responsabile del reato di stalking ai danni della moglie e della suocera.

Lo stalker ha in più occasioni violato le prescrizioni impostegli, entrando con la forza nell’appartamento delle vittime e presentandosi sul luogo di lavoro dell’ex moglie, con conseguente grave pericolo per l’incolumità delle persone offese.

L’Autorità Giudiziaria ha pertanto disposto la revoca della misura preesistente, sostituendola con quella degli arresti domiciliari. (PS)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: