L’uomo, lo spirito, La terra. I quattro elementi, concerto-spettacolo di Marta Pasquini promosso da Fondazione Sicilia

 

Un percorso tra musica e parole ideato dall’artista percorrerà tutta l’isola. Si parte sabato 6 novembre dalla Cattedrale di Messina

Sembra profetico, e in un certo senso lo è, il titolo del ciclo di concerti-spettacolo ideato dall’artista Marta Pasquini e sostenuto da Fondazione Sicilia. Si chiama I quattro elementi – Aria, Acqua, Fuoco, Terra ed è un percorso emozionante fatto di di musica, parole, spirito, carne, alla ricerca dell’essenza, di un rapporto con l’ambiente che forse può essere ancora recuperato, nonostante gli scempi e l’incuranza dell’uomo. Un evento che farà tappa in alcuni luoghi-simbolo della Sicilia: si parte dalla Cattedrale di Messina, sabato 6 novembre alle 21; si prosegue con Enna, Caltanissetta, Ragusa, Agrigento, Trapani e infine Palermo, domenica 19 dicembre, in Cattedrale. Oltre a essere ideatrice del progetto, Marta Pasquini sarà in scena con il suo violino, insieme a Leo Nicotra, organo, e alla voce recitante di Dario Muratore. In questo itinerario alla ricerca dell’essenza, alle parole si intrecceranno le musiche di Vivaldi (Adagio dallo Stabat Mater; Moderato a fantasia dalla Sonata in Re),Chopin (Notturno opera postuma), Fauré (Elegie), Gounod (Méditation).

“Il progetto I quattro elementi ha avuto una gestazione molto lunga – commenta Marta Pasquini – e il testo scritto ne è una parte importante. Il nucleo centrale è la domanda: cosa significa essere uomo su questa Terra? Su una Terra che continua a nutrirci ma che allo stesso tempo viene saccheggiata e brutalizzata dall’uomo, come se fosse al di sopra di tutto. Solo quando l’ultimo albero sarà abbattuto: così inizia un detto degli nativi americani. A me sembra davvero profetico”.

“Abbiamo visto in questi giorni, anche in Sicilia, come sia indispensabile riflettere sul rapporto tra uomo e ambiente, ripensarlo. In questo caso – commenta il presidente di Fondazione Sicilia, Raffaele Bonsignore – la riflessione avviene attraverso parole e musica, percorrendo un’isola messa duramente alla prova da piogge e inondazioni”.

Dopo il debutto di Messina, lo spettacolo-concerto toccherà il Duomo di Enna (il 13 novembre alle 21), la Cattedrale di Caltanissetta (il 20 novembre alle 20.30), quella di Ragusa (il 27 novembre alle 20.30), quella di Agrigento (il 7 dicembre alle 20.30), la Cattedrale di Trapani (il 12 dicembre alle 20.30) e, infine, quella di Palermo (il 19 dicembre alle 21).
L’ingresso è gratuito previa esibizione del green pass e fino a esaurimento posti.

I quattro elementi – Aria, Acqua, Fuoco, Terra
di Marta Pasquini
Violino: Marta Pasquini
Organo: Leo Nicotra
Voce recitante: Dario Muratore
Musiche: Vivaldi (Adagio dallo Stabat Mater; Moderato a fantasia dalla Sonata in Re); Chopin (Notturno, opera postuma), Fauré (Elegie),Gounod (Méditation)

Le date

Messina, Cattedrale, 6 novembre ore 21
Enna, Duomo, 13 novembre ore 21
Caltanissetta, Cattedrale, 20 novembre ore 20.30
Ragusa, Cattedrale, 27 novembre ore 20.30
Agrigento, Cattedrale, 7 dicembre ore 20.30
Trapani, Cattedrale, 12 dicembre ore 21
Palermo, Cattedrale, 19 dicembre ore 21

 

 

Ufficio stampa Fondazione Sicilia
Alessia Franco

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: