Messina: La Polizia di Stato esegue misura cautelare degli arresti domiciliari in aggravamento di quella dell’obbligo di dimora.

Lo scorso gennaio, un ventuduenne originario dello Sri Lanka era stato sottoposto alla misura dell’obbligo di dimora, perché ritenuto responsabile del reato di furto. Il giovane, qualche giorno fa, in orario notturno, è stato sorpreso, da una pattuglia delle volanti, fuori dalla propria abitazione, dalla quale aveva l’obbligo di non allontanarsi dalle ore 20.00 alle ore 07.00., violando altresì le prescrizioni di divieto di circolare dettati dall’emergenza in materia di coronavirus. Nella circostanza il ventiduenne è stato trovato, inoltre, in possesso ingiustificato di attrezzi atti allo scasso. Pertanto, la Corte di Appello di Messina ha emesso nei suoi confronti un’ordinanza di aggravamento della misura cautelare, disponendo gli arresti domiciliari. Il provvedimento è stato eseguito dai poliziotti delle Volanti. (PS)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: