Messina: “Metropoli Strategiche”, incontro stamane a Palazzo dei Leoni

Metropoli Strategiche è un progetto finalizzato ad accompagnare le Città Metropolitane nel processo d’innovazione istituzionale, supportandole nei cambiamenti organizzativi e nello sviluppo delle competenze necessarie alla piena realizzazione di politiche integrate di scala metropolitane. Il programma comprende attività di ricerca, formazione, sperimentazione, affiancamento e networking negli ambiti tematici: della semplificazione amministrativa in materia edilizia e urbanistica, dei piani strategici metropolitani e della gestione associata dei servizi e piani di riassetto istituzionale e organizzativo.
La riunione odierna è stata presieduta dal Sindaco Metropolitano Cateno De Luca che ha sottolineato come la pianificazione strategica rimanga uno dei pochi strumenti che consente di intercettare risorse.
“Si tratta” – ha dichiarato il sindaco – “di utilizzare in modo proficuo le funzioni di coordinamento che la normativa demanda alle Città Metropolitane per mettere d’accordo ed armonizzare le esigenze delle varie realtà, spesso eterogenee, con esigenze e prospettive diverse, presenti sul territorio provinciale. Compito della Città metropolitane è quello di creare una logica di sistema, quanto più possibile condivisa, suggerendo alle realtà locali i metodi da adottare per aggiungere gli obiettivi in settori strategici, in primo luogo ala gestione dei servizi e la viabilità”.
La dott.ssa Florio, consulente del progetto, ha sottolineato come la pianificazione strategica sia uno strumento indispensabile per espletare le funzioni di coordinamento della città metropolitana nei confronti degli attori principali dei progetti che sono i Comuni.
Ha concluso i lavori il Segretario generale dell’Ente, avv. Maria Angela Caponetti, evidenziando che il progetto “Metropoli strategiche” debba essere utilizzato da una parte per la individuazione delle cospicue risorse europee, dall’altra per il superamento dei vincoli amministrativi e normativi che hanno a volte impedito l’utilizzo di tali risorse
Si proseguirà con una approfondita analisi dei bisogni del territorio per ottimizzare la destinazione delle risorse. (CMDM)