Messina: salvate 120 persone dai forestali

Almeno 120 abitanti nelle frazioni di Altolia e Molino, le due maggiormente colpite dall’alluvione che nei giorni scorsi ha devastato Messina sono state salvate con l’elicottereo NH500 del Corpo Forestale dello Stato: donne incinte, bambini ed anche neonati sono stati tratti in salvo dopo averli soccorsi con materiale di prima necessita’. L’elicottero, partito da Lamezia Terme ed a disposizione nel campo sportivo di Briga Marina (ME), e’ operativo da sabato mattina ed ha effettuato circa 80 rotazioni. Prima ‘usato’ per il trasporto di materiale tecnico e personale di primo soccorso come medicinali, acqua, cibo e carburante, e’ stato poi utilizzato per il soccorso della popolazione colpita dall’alluvione. L’atterraggio del velivolo, nell’operazione di soccorso, era particolarmente a rischio a causa della presenza di cavi dell’alta tensione nei pressi della piazza dell’atterraggio ad Altolia. Tra i mezzi aerei impegnati nelle operazioni di soccorso l’Eagle11 della Forestale e’ stato l’unico a poter raggiungere i due borghi sommersi dal fango grazie alle sue ridotte dimensioni. Attualmente un altro elicottero della forestale, un NH500, Eagle8, partira’ dalla base di Roma Urbe e sara’ a disposizione per qualsiasi emergenza nella base di Lamezia Terme (CZ). Nelle prossime ore si decidera’ se questi velivoli verranno utilizzati, anche per la distribuzione di foraggio agli animali dispersi.