MESSINA: VENERDÌ 28 AGOSTO, PRESENTAZIONE DEL PROTOCOLLO D’INTESA UNIME-UIM E DEL TENTATIVO DI RECORD A BORDO DEL “TOMMY ONE”

Venerdì 28 agosto, alle ore 10.30, la suggestiva cornice offerta dalla Marina del Nettuno di Messina ospiterà una conferenza stampa nel corso della quale verrà resa nota la virtuosa sinergia fra l’Università di Messina e UIM, Federazione Mondiale di Motonautica, sancita da un protocollo d’intesa recentemente siglato.
Alla conferenza stampa prenderanno parte il Rettore, prof. Salvatore Cuzzocrea, i proff. Eugenio Guglielmino e Filippo Cucinotta (Dipartimento di Ingegneria), il Presidente UIM, dott. Raffaele Chiulli, il Commissario Tecnico UIM, dott. Sergio Abrami, i fratelli Antonino e Salvatore Femminò (Nautica Femminò), Davide e Ivo Blandina (Marina del Nettuno), il pilota messinese Maurizio Schepici e l’esperto copilota Giampalo Montavoci. Questi ultimi,fra il 28 ed il 30 agosto, in base alle condizioni meteo, proveranno a stabilire il nuovo record mondiale di Offshore sulla rotta Messina-Vulcano-Messina: 80 miglia da percorrere in meno di un’ora a bordo del “Tommy One”. L’imbarcazione è giunta nella Città dello Stretto il 24 agosto e parte delle sue componenti sono state realizzate con il lavoro e la partecipazione attiva del laboratorio di Progettazione Nautica e Industriale del Dipartimento UniMe di Ingegneria. L’UIM che già aveva accreditato i laboratori di Progettazione Nautica ed Industriale del Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Messina come “UIM certified Test Laboratory”, svilupperà assieme all’Ateneo sinergie su ambiti di comune interesse tra i quali seminari divulgativi, conferenze tecniche e scientifiche, programmi congiunti di insegnamento, attività e progetti di ricerca, pubblicazioni e trasferimento tecnologico, programmi ed attività per ricercatori e dottorandi di ricerca e per studenti e laureati attraverso tesi di laurea, stage e tirocini.
Mediante la firma del protocollo d’intesa con l’UIM ed il concreto supporto offerto nella realizzazione del “Tommy One” dalle eccellenze del laboratorio di Ingegneria, l’Università peloritana si candida ed essere il punto di riferimento europeo nel settore della Nautica, garantendo il proprio contributo in termini di conoscenze, sviluppo, device tecnologici e sicurezza.
In attesa del tentativo di record, Maurizio Schepici, Campione del Mondo endurance gruppo B e Vice Campione del Mondo Gruppo A, scenderà in acqua con l’imbarcazione per i test e le prove rituali. Nonostante le misure imponenti (circa 7000 chili per una lunghezza di 14.60 metri) “Tommy One” risulta essere un mezzo molto leggero ed aerodinamico. (unime)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: