S.Agata Militello: Comune, interrogazione della consigliera Recupero sulla sicurezza stradale.

Riceviamo e pubblichiamo interrogazione della consigliera del comune di Sant’Agata Militello, Melinda Recupero sul finanziamento per il miglioramento della sicurezza stradale sul territorio comunale, in attuazione del P.N.S.S. (Piano Nazionale di Sicurezza Stradale)

INTERROGAZIONE CONSILIARE
(risposta scritta )

OGGETTO: progetto relativo al finanziamento per il miglioramento della sicurezza stradale sul territorio comunale, in attuazione del P.N.S.S. (Piano Nazionale di Sicurezza Stradale).

La sottoscritta, n.q. di Consigliere Comunale del Comune di Sant’Agata di Militello ed esclusivamente per lo svolgimento delle funzioni connesse all’espletamento del mandato amministrativo,

Premesso

– che nel programma triennale delle Opere Pubbliche per il triennio 2020/22 – atto preliminare necessario ed allegato al bilancio di previsione 2020/22 – risulta inserito, tra gli altri interventi, il progetto relativo al finanziamento per il miglioramento della sicurezza stradale del territorio comunale, in attuazione del P.N.S.S. (Piano Nazionale Sicurezza Stradale) per un importo complessivo pari ad € 350.000,00, di cui una quota di contributo a carico dello Stato di circa € 245.000,00 ed un cofinanziamento a carico del Comune di Sant’Agata di Militello pari ad € 105.000,00;

– che il suddetto intervento (che prevede, tra le altre cose, la realizzazione di n. 6 rotonde fisse, piste ciclabili ed altri interventi di viabilità), finanziato dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti nel lontano 2010, cadde subito nel dimenticatoio, e venne riavviato grazie al fatto che i fondi per il finanziamento furono sbloccati soltanto alla fine dell’anno 2016;

– che nel 2017, una volta sbloccati i fondi ed approvato il bilancio previsionale, l’amministrazione comunale allora in carica, guidata dal Sindaco Carmelo Sottile, attenzionò da subito la questione, e gli uffici comunali si attivarono prontamente a trasmettere la necessaria documentazione all’Assessorato regionale per le infrastrutture (la Regione Siciliana, nel frattempo, è stata autorizzata dallo Stato alla gestione complessiva delle risorse finanziarie di che trattasi) al fine di dare corso all’emissione del decreto di finanziamento del progetto sulla viabilità comunale, nell’ambito del suddetto Piano Nazionale sulla Sicurezza Stradale;

– Che nell’attesa che venissero espletate tutte le procedure burocratiche necessarie per l’emissione del decreto di finanziamento in questione, si procedette comunque, con risorse attinte dal “fondo di riserva” a disposizione dell’allora Sindaco Carmelo Sottile, alla effettuazione di alcuni interventi necessari per la sicurezza stradale, come la realizzazione delle rotonde provvisorie in corrispondenza di due incroci tra la strada circonvallazione e le strade provinciali in zona Muti e Terreforti, del manto stradale di via Massaua e di via Pace, nonché la riparazione delle buche presenti su quasi tutte le vie cittadine;

Considerato

– che il progetto relativo al miglioramento della sicurezza stradale sul territorio comunale risulta di fondamentale importanza e la realizzazione di tale importante opera pubblica, che ad oggi avrebbe dovuto essere già stata avviata e completata, si rivela assolutamente improcrastinabile;

– che a distanza di quasi tre anni dall’insediamento dell’ amministrazione Mancuso, non si hanno più notizie in merito al finanziamento de quo, né, tantomeno, risulta essere stata avviata alcuna azione concreta al fine di risolvere le problematiche legate alla viabilità cittadina ed alla sicurezza stradale;

Tanto premesso e considerato, Si interroga il Sindaco per conoscere:

1 ) Lo stato dell’arte inerente al progetto per il miglioramento della sicurezza stradale del territorio comunale, in attuazione del P.N.S.S. (Piano Nazionale di Sicurezza Stradale), ed al relativo finanziamento dell’importo complessivo di € 350.000,00.

2) Quali atti di impulso ha posto in essere, ad oggi, l’attuale amministrazione – a seguito dell’apertura dell’istruttoria e dell’invio della necessaria documentazione all’Assessorato regionale competente operate dalla precedente amministrazione – al fine di sollecitare l’esecuzione del progetto ed ottenere l’emissione del relativo decreto di finanziamento.

3) Che fine ha fatto il cofinanziamento pari ad € 105.000,00 a carico del Comune; se lo stesso risulta essere già stato utilizzato o impegnato.

Si chiede risposta scritta.

Sant’Agata di Militello, lì 09/01/2021
F.to Melinda Recupero

Riceviamo e pubblichiamo controreplica alla replica dell’AMMINISTRAZIONE pubblicata su un quotidiano, in merito ad atto ispettivo della sottoscrutta e relativo al finanziamento sulla sicurezza stradale

Su un quotidiano locale (articolo del 10.01.2020 dal titolo “Sant’Agata, un prezioso budget del 2010 – Interrogativi e replica”) dà notizia dell’ atto ispettivo presentato dalla sottoscritta (relativo al finanziamento ministeriale del progetto di sicurezza stradale pari ad € 350.000,00, di cui un cofinanziamento a carico del Comune di € 105.000,00), corredata dalla replica dell’Assessore Befumo, il quale tra le altre cose dichiara che la quota di cofinanziamento a carico del Comune non fosse mai stata prevista ed inserita in bilancio dalla Giunta Sottile.
Ebbene, per correttezza di informazione, anche in qualità di componente dell’allora esecutivo Sottile, mi corre l’obbligo di precisare che quanto asserito dal medesimo Assessore non corrisponde al vero, in quanto tale quota di cofinanziamento a carico del Comune di € 105.000,00 è stata invece inserita in bilancio dalla Giunta Sottile come quota di mutuo in 10 anni a tasso molto agevolato.
Ciò che hanno fatto allora (nel 2017) i consiglieri di opposizione, attraverso un emendamento al bilancio di previsione (tra cui firmatario lo stesso assessore Befumo) è stato solo quello di apportare una variazione al bilancio (non una previsione “ex novo”!), bocciando la proposta di mutuo e prevedendo tale somma, decurtandola, tuttavia, dall’avanzo di amministrazione, che invece la giunta Sottile aveva destinato alla effettuazione di investimenti ed interventi necessari ed utili alla città.
Ciò si evince chiaramente dal corpo dello stesso emendamento allora presentato dai consiglieri di opposizione (che si allega sopra) ove nella stessa premessa si scrive che “nella proposta di bilancio presentata dalla Giunta Comunale, tra gli interventi da realizzare mediante accensione di mutui, è stato inserito, per un importo pari ad € 105.000,00, quello relativo al miglioramento della sicurezza stradale di cui al P.N.S.S. (PIANO NAZIONALE DI SICUREZZA STRADALE).
Quindi, in buona sostanza, oggi l’Assessore Befumo (non me ne voglia!) arriva addirittura a smentire se stesso!
Che poi, a distanza di diversi anni il prezziario vada aggiornato, su questo concordo con l’Assessore, ma vorrei ricordare allo stesso che dall’insediamento dell’amministrazione Mancuso sono trascorsi quasi tre anni, e, mi chiedo, tre anni non sono sufficienti per aggiornare un prezziario?
La finalità dell’atto ispettivo presentato dalla sottoscritta è solo propositiva e di controllo: chiedere lumi al riguardo (dal momento che in consiglio comunale mi è stata fornita una risposta piuttosto approssimativa ed assai confusa) e sollecitare l’esecutivo Mancuso a non “abbassare la guardia”, bensì a tenere alta l’attenzione ed accelerare i tempi!

Il consigliere comunale
Melinda Recupero

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: