S.Agata Militello: La “festa dei Morti”, una tradizione da conservare.Giovedì 1 novembre al Castello Gallego pomeriggio dedicato ai bambini.

Ass. Ilaria Pulejo

L’amministrazione comunale di Sant’Agata Militello, in collaborazione con le associazioni ed i volontari locali ed i parroci di tutte e tre le parrocchie santagatesi, organizza per giovedì 1 novembre, a partire dalle 16.30 presso il castello Gallego, un pomeriggio dedicato ai bambini nel segno del rinnovo della tradizione dei defunti Verrà proiettato il film di animazione “Coco” della Disney e saranno offerti i dolci tipici siciliani della tradizione legata proprio alla “festa dei Morti”. Ad ogni bambino sarà quindi donati dei fiori crisantemi, tipici di questa ricorrenza, da portare poi la mattina del 2 novembre ai propri cari defunti. “Siamo siciliani non americani, è lo slogan che accompagna l’idea di rivalorizzare le nostre tradizioni, che a volte tendono ad essere vissute sotto tono o lasciando prendere il sopravvento a nuove consuetudini, come quella di celebrare Halloween, che non ci appartengono”, commenta Ilaria Pulejo, assessore alle politiche sociali e rapporti con le associazioni di Sant’Agata Militello. “E’ vero che le tradizioni si modificano con il tempo – prosegue l’assessore – ma di fondamentale importanza è che comunque si mantengano vive continuando a conservarle per mantenere la nostra identità. Una di queste tradizioni è proprio la ricorrenza dei defunti, che per noi santagatesi come per il resto della Sicilia è la “festa dei morti” che portano ai bambini un dono la mattina del 2 novembre prima di andare a visitare i nostri defunti al cimitero. Anche se a volte questa tradizione non viene rievocata in tutte le case, comunque, immancabilmente ogni anno le pasticcerie continuano a preparare i nostri dolci tipici: la frutta marturana, i “tutù” e gli “ossi di morto”. Proprio per non far perdere queste tradizioni, ma anzi valorizzarle, vi aspettiamo!”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: