S.Agata Militello: Ospedale, restano i reparti e verrà creata un’ala Covid, Mancuso -“proposta assessore Razza buon compromesso”

L’ospedale di S. Agata Militello terrà i suoi reparti ma avrà un’ala destinata ad una quarantina di pazienti affetti da Coronavirus. Questa la decisione nel corso di un un incontro avvenuto presso il nosocomio nel pomeriggio di oggi, tra l’assessore regionale alla salute Ruggero Razza, l’assessore alle autonomie locali Bernadette Grasso e i sindaci del comprensorio. Sarà garantita l’assoluta sicurezza della struttura ospedaliera – ha detto Razza – cioè, come in tutte le altre aree che ospitano pazienti Covid, saranno identificati percorsi separati, accessi e triage diversi e una diversa dotazione organica in maniera tale che non vi sia anche tra gli operatori sanitari una commistione tra gli uni e gli altri nelle due aree. In più sarà creato un reparto di terapia intensiva, che rimarrà operativo anche dopo la fine dell’emergenza. Per il Sindaco di S.Agata Militello, Bruno Mancuso, la proposta dell’assessore Razza è buon compromesso e risultato apprezzabile a garanzia dei servizi dell’ospedale, del personale sanitario e dei pazienti, in un momento di massima responsabilità collettiva. Ringrazio l’assessore regionale alla salute per aver raccolto il grido di allarme che proveniva dal territorio, rassicurandoci sul mantenimento dei reparti di emergenza dell’ospedale, sulla realizzazione dei posti di terapia intensiva per dare qualificata assistenza ai pazienti, sull’individuazione, in fase di studio da parte dei tecnici, di un percorso interno nettamente separato per il Covid hospital e quindi circa la dotazione organica di supporto, di dispositivi di protezione per il personale e strumentazioni adeguate. Grazie anche all’assessore Bernadette Grasso, che da giorni ci sta mettendo la faccia su questo argomento, al vice ministro Giancarlo Cancelleri ed ai colleghi sindaci che hanno da subito sposato questa battaglia a tutela dell’ospedale e della salute di tutto il territorio. Grazie, conclude il sindaco santagatese, alla dottoressa Paolina Reitano e al personale medico, infermieristico e parasanitario dell’ospedale, per la fase di particolare impegno cui sono e saranno ancor di più chiamati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: