S.Agata Militello: Si è insediato il consiglio comunale, Barone nuovo presidente.

Prima seduta del nuovo consiglio comunale di Sant’Agata Militello che ha eletto alla presidenza Andrea Barone ed alla vice presidenza Valeria Fazio. Ad entrambi sono andati gli 11 voti del gruppo di maggioranza.Il sindaco Bruno Mancuso ha quindi rivolto il proprio saluto al consiglio comunale. “Sono particolarmente onorato ed emozionato di tornare da Sindaco in aula consiliare e grato alla cittadinanza per avermene dato l’opportunità – ha detto Mancuso –. Se davvero vogliamo costruire insieme il futuro di Sant’Agata è bene che ci sia un forte confronto in consiglio tra maggioranza e minoranza, anche dai toni aspri se necessario, purché ci sia sempre rispetto sul piano personale tra ognuno di noi, chiamati a svolgere con responsabilità il nostro dovere, rispettando il legame con la gente di Sant’Agata. Mi corre l’obbligo di ringraziare il sindaco uscente e la sua giunta per il lavoro di questi cinque anni – ha proseguito Mancuso –. Noi, però, con rinnovato impegno lavoreremo per dare una svolta ed un rilancio a questo paese, che per via anche di congiunture sfavorevoli, insieme al territorio, sta segnando il passo.
A nome del mio esecutivo prometto grande impegno e soprattutto umiltà, condivisione dei problemi e dei disagi della gente, come già abbiamo dato prova in questi difficilissimi giorni di crisi idrica che stanno per fortuna per finire, insieme alla struttura comunale.
Mi piace far notare – ha sottolineato il sindaco – che per la prima volta nella storia del consiglio comunale c’è una perfetta parità di genere tra consiglieri uomini e donne. Ciò fa onore a Sant’Agata ed è proprio alle donne consigliere che mi rivolgo, certo che la loro presenza possa contribuire a fornire un apporto di novità ed equilibrio, di eleganza e qualità, ma auspicando anche che serva a mantenere toni moderati in quest’aula, affinché il confronto resti vivo nell’interesse del paese. L’augurio è che si possa lavorare guardando al futuro della nostra città e fare in modo, se volgiamo creare opportunità di sviluppo, di remare tutti dalla stessa parte, ognuno con il proprio ruolo e le proprie idee, ma guardando all’unico obiettivo del bene comune, costruendo una dialettica politica che sia degna di una città dalle grandi potenzialità e che dobbiamo assolutamente onorare”.

Al primo Consiglio Comunale di insediamento é stato consegnato un documento del Gruppo Consiliare 2023 in merito all’attività svolta dalla precedente amministrazione .

Ecco il contenuto:

Signor Sindaco, Signori Assessori ,Presidente e Colleghi Consiglieri Comunali, vi porgo gli onori dei saluti a nome del mio gruppo consiliare di appartenenza, ai quali componenti va il mio personale ringraziamento, insieme agli altri candidati della Lista n.1, ai sostenitori, ai cittadini ed a tutti coloro che in vario modo hanno partecipato al programma ed hanno apprezzato e sostenuto la proposta “Sant’Agata 2023”.

Una proposta che si è basata e si basa ancora sulla politica delle idee, delle priorità, delle visioni di sviluppo; una politica del rispetto dell’avversario, del rispetto per chi si impegna per la comunità; una politica della responsabilità e della lungimiranza per scongiurare la politica dell’illusionismo.

E nell’ augurare un buon lavoro alla nuova Amministrazione prima di tutto desidero portare la solidarietà mia personale e di tutto il mio gruppo a tutti quei cittadini che stanno vivendo i disagi dovuti ai gravi danni all’acquedotto comunale. Emergenze queste che purtroppo sono ormai quotidiane, e che anche la mia amministrazione ha vissuto e superato, con grande spirito di sacrificio ed abnegazione da parte di quasi tutto il personale del Comune, in condizioni di grave carenza di risorse economiche . Nelle occasioni accadute ci siamo prodigati con il massimo degli sforzi per cercare di arginare le emergenze, per di più dovendo far fronte, spesso e volentieri, ad una carenza di personale .

Vorrei esprimere, inoltre, il mio compiacimento per il fatto che il “nostro” sindaco, giá dai primissimi giorni di insediamento, ha utilizzato il sistema telefonico dell’ Allert System – da me fortemente voluto al fine di comunicare ai nostri cittadini una variazione della raccolta dell’organico con un passaggio in più per il periodo estivo, già programmato, tra l’altro, dal mese di Aprile al momento dell’affidamento definitivo del servizio ambientale, ed a dimostrazione che magari qualcosa di buono è stato svolto in questi anni dalla precedente amministrazione. Certo gli uffici avrebbero dovuto dirLe, Signor Sindaco, che lo stesso strumento dell’ Allert System avrebbe potuto essere utilizzato anche per comunicare ai cittadini l’emergenza idrica scoppiata improvvisamente la notte di venerdì 15 giugno u.s..

Ritengo che non sia stato questo l’unico atto meritevole di menzione che riguardi la mia amministrazione, oltre l’insegna “Municipio” dal valore simbolico significativo per me, e la “targa marmorea” della Piazza Vincenzo Consolo. Proprio per questo, desideravo mettere a conoscenza il consiglio comunale sull’attività svolta in continuità amministrativa dalla mia amministrazione passata:

– Porto: avvio dei lavori cominciati nel mese di gennaio u.s. con il concreto inizio; oggi, a pieno regime, è stata richiesta ,accordata falla Regione Siciliana ed accreditata l’anticipazione del 20 % del prezzo dell’importo contrattuale delle somme(6.180 mila euro ).

– Muro di protezione del lungomare Pio la Torre in fase avanzata di realizzazione; è stata richiesta da parte dei Rup, Ingg. Lentini e Bonanno, variazione di consolidamento dei lavori con l’utilizzo del ribasso d’Asta. A giorni dovrebbe essere pubblicato pure il decreto da parte del ufficio del commissario straordinario al rischio idrogeologico con cui sarebbe il caso di interagire per l’utilizzo della scogliera ad ulteriore protezione del litorale, essendo il nostro Comune sottoscrittore del “Contratto di Costa” nel mese di maggio;

– Stadio Fresina: lavori già avviati e tra qualche mese ultimati;

– Una serie di scuole riqualificate;

– Sala d’asta ultimata ed in fase di assegnazione, in attesa di un’autorizzazione di concessione da parte del demanio marittimo;

– Ex OMNI ultimato con immissione in possesso e consegna per la sede del Commissariato di pubblica sicurezza;

– predisposizione di delibera di consiglio comunale per la regolarizzazione relativa alle concessioni demaniali del lungomare;

– Ex Pidocchietto ultimato con trasferimento del Centro diurno per anziani dai locali in affitto; in attesa di implementazione con la sezione femminile del centro diurno e possibile sede del centro di affidamento per minori;

– il muro di protezione della Villa Falcone Borsellino ricostruito;

– la riqualificazione dell’ Arena ex Museo dei Nebrodi e della Villa Falcone Borsellino portata a termine;

– ampliamento dell’impianto di illuminazione contrada Giancolarealizzato,

– Convenzione per la riqualificazione e gestione Cineteatro Aurora con ditta esterna;

– Trasferimento degli uffici comunali nei locali dell’ex Tribunale di via Cosenz;

– Mantenimento uffici del Giudice di Pacenei locali dell’ex Tribunale di Via Cosenz;

– Progetto Welcome to Nebrodi nella fase di realizzazione finale;

– Progetto in the Wood concluso e portato a termine;

– altri progetti portati avanti e conclusi, con messa in sicurezza torrente Cannamelata e segnaletica turistica;

– progetto per la messa in sicurezza stradale con coofinanziamento comunale approvato dal comune;

– riqualificazione di Via Pace e realizzazione di due rotatorie provvisoriespartitraffico sulla circonvallazione;

– La bozza di Piano Protezione Civileinviata ed approvata dal Consiglio comunale;

– Preliminare di Strategia dell’area interna Nebrodi approvata dal ministero Programmazione e coesione per un programma di finanziamenti ammontante a circa 35 milioni di euro .

– L’ elisuperfice realizzata di c.da Pianettautilizzabile a breve anche per i voli notturni, se gli uffici in tempi brevi riusciranno a superare le problematiche burocratiche relative al collegamento con la rete elettrica pubblica;

– per il pubblico cimitero realizzazione di un colombario , approvazione graduatoria per assegnazione di 11 aree cimiteriali e con i proventi della vendita programmata la realizzazione di nuovi loculi,

– l’avvio del risanamento del bilancio comunale messo in opera con il pagamento di 1 milione e 800 Mila euro di debiti fuori bilancio con risorse prevalentemente correnti ed una parte inferiore con il ricorso alla Cassa depositi e prestiti. Rimangono ancora 190 Mila euro di sentenze ancora non riconosciute (tra cui spese quelle sostenute per emergenze rete idrica e fognaria e trasferimento dei locali vigili urbani inutilizzabili e degli uffici comunali )a cui si vanno ad aggiungere gli 800/900 Mila euro di spese legali non pagate;

– Il 7 aprile u.s. gli uffici sono venuti a conoscenza di una sentenza passata in giudicato relativamente a problematiche risarcitorie su contenzioso della tangenziale per un importo di 1 milione e 800 Mila euro. L’ufficio contabile finanziario sembrava orientato verso una possibile procedura di riequilibrio di bilancio;

– In relazione al bilancio economico finanziario adottata l’applicazione dei nuovi sistemi contabili di armonizzazione;

– non variate le tasse relativamente a IMU e Tasi;

– la Tari rispetto alla Tia della gestione Ato ha avuto una forte contrazione della tariffa, e nel 2017 ammonta a 237 euro procapite rispetto a 245 euro del 2013;

non sono stati contratti nuovi mutui ed il debito medio di ogni singolo cittadino è stato costantemente ridotto. Due finanziamenti/mutui a tasso agevolato del credito sportivo per la riqualificazione del Palaterreforti e dell’impianto sportivo Daniele Romano di Rosmarino non sono stati approvati dal Consiglio comunale ed in alcuni casi ,sempre dal Consiglio Comunale sono state ridotte, se non addirittura azzerate, le previsioni di spesa per lo scerbamento delle strade, per le manutenzioni, per l’acquisto di cestini per i rifiuti, per le manifestazione culturali artistiche ed estive, il tutto purtroppo con maggiori difficoltà nell’espletamento dei relative attività gestionali già rese difficili da carenze deficitarie di risorse umane adeguate e finanziarie.

Negli anni passati ha fatto da padrone l’incertezza normativa, l’indeterminatezza delle manovre tributarie, la continua riduzione dei trasferimenti erariali e l’introduzione del nuovo sistema contabile armonizzato. Misure, queste, che hanno gradualmente aumentato le difficoltà nella formazione, giá di per se dura, dei bilanci comunali.

Da qualche settimana sicuramente le cose saranno diventate più semplici visto che già, si dice in giro, che il bilancio previsionale 2018/2020 verrà approvato in Consiglio comunale a fine luglio .

Difficoltà che si sono portate anche nella programmazione finanziaria a medio-lungo termine per l’estensione dei vincoli di finanza pubblica, soprattutto per quanto attiene alla spesa di investimento, difficoltà nella gestione dei flussi finanziari con evidenti squilibri per quanto attiene la situazione di cassa che non consente di far fronte ai pagamenti nei termini di legge.

Nonostante ció, sono stati comunque sempre garantiti il pagamento degli stipendi al personale sia di ruolo che a tempo determinato (anche in assenza dei dovuti fondi regionali) ed, in ogni caso, i pagamenti a tutti i fornitori e ditte con ritardi medi non superiori a qualche mese.

Tuttavia nonostante le difficoltà nella chiusura ed approvazione dei bilanci, i servizi del sistema idrico integrato, scolastici e di pubblica illuminazione sono stati mantenuti e svolti con i limiti imposti dalle esiguità delle risorse disponibili.

Da qualche mese sono stati liberati i locali dell’ufficio tecnico, stato civile ed anagrafe, con trasferimento degli stessi presso i nuovi locali più confortevoli ed adeguati dell’ex tribunale di via Cosenz di proprietà comunale con un risparmio notevole sui fitti passivi.

Abbiamo contributo al mantenimento di tutti i servizi ospedalieri nei cinque anni della nostra amministrazione e del Governo regionale Crocetta con una implementazione tecnico-strumentale e strutturale .Abbiamo diffidato con atto stragiudiziale ,di concerto con tutti i sindaci dei Nebrodi , il Ministero della salute di portare i correttivi richiesti al decreto dell’Assessore alla salute sulla Riorganizzazione della rete ospedaliera ai sensi del DM 2/4/2015 n 70 con richiesta di adeguata istruttoria e di definizione con provvedimento espresso munito di idonea motivazione ,potendosi ipotizzare interruzione di pubblico servizio e di lesione del diritto alla salute garantito dell’articolo 32 della Costituzione (Presente anche il senatore Mancuso a Roma in qualità di rappresentante al Senato del nostro territorio a garantirci ma che a tutt’oggi non pare sia seguita alcuna istruttoria) .

E ancora:

il servizio ambientale dell’Aro (la parte dello spazzamento è eseguita in house con notevole risparmio per le tariffe) relativamente alla raccolta differenziata ed indifferenziata è stata affidata per 7 anni, dall’inizio del mese di aprile dopo un lungo iter amministrativo e giudiziario ad un gestore a cui spetta il compito della riorganizzazione ed ottimizzazione della raccolta e trasporto dei rifiuti indifferenziati e differenziati anche attraverso l’utilizzazione di contenitori dotati di codice a barra per il controllo dei conferimenti dei singoli utenti (che dovrebbero essere consegnate a giorni),apertura del centro comunale raccolta pure sabato e domenica ed altri servizi integrativi, migliorativi quale la fornitura di appositi compostiere domestiche, ‘lo spazzamento meccanizzato di alcune strade del centro e del lungomare ,la raccolta dell’umido 3 volte a settimana nel periodo estivo. Previsti, altresì, interventi di deblatizzazione e Due interventi annui di scerbamento sulla circonvallazione e sulla zona artigianale industriale.

-alcuni finanziamenti inseriti nel Patto per il Sud quali i fondi per il depuratore e per la messa in sicurezza del torrente Pidocchio;

– decreto di finanziamento per la riqualificazione del palazzo comunale centrale vagliato dalla ragioneria regionale dopo l’approvazione della finanziaria regionale e trasmesso al comune da qualche settimana ;sono state avviate le procedure per la gara d’appalto,

– approvati progetto di studio di fattibilità di ripascimento e protezione del litorale che va da Villa Padre Pio fino a Villa Falcone Borsellino, di messa in sicurezza dei torrenti Calabria ,Carruba e scuola materna di Capita;

– avvio delle procedure tecnico-amministrative per la riqualificazione di Villa Bianco;

– richiesta di finanziamento di altri progetti di Spiaggia attrezzata e Borghi marinari nel contesto della rimodulazione della programmazione del Masterplan della provincia di Messina;

– una vasta mole di progetti in ambito dei servizi sociali e del distretto sociosanitario avviati e portati avanti con notevole beneficio per i meno abbienti, i minori, le madri, gli anziani ed i portatori di disabilità.

Da ultimo, grazie ad piano di zona 2013/2015 del distretto sociosanitario nell’ambito delle azioni per il contrasto alla povertà, è stato attivato un progetto denominato inclusione sociale -integrazione 2 annualità )di lavori socialmente utili nella cura del verde, manutenzioni varie ed altro con l’utilizzo di 32 cittadini che potranno usufruire per 3 mesi di un’ indennizzo economico .

Questo ultimo progetto, unitamente all’affidamento definitivo del servizio ARO ha contribuito ad una migliore gestione del territorio per quanto riguarda gli spazi verdi, la spiaggia e la pulizia degli uffici pubblici e delle strade .

Adesso mi accingo a svolgere il ruolo di consigliere comunale nel rispetto dell’elettorato e dei cittadini che hanno visto positivamente ciò che la mia amministrazione ha svolto durante i cinque anni trascorsi . Desidero rappresentare insieme ai 4 consiglieri eletti nelle fila di Sant’Agata 2023, i candidati al consiglio della lista non eletti e quel 34 % di cittadini che ha voluto esprimere il proprio consenso in maniera diversa dalla maggioranza espressa il 10 giugno, portando avanti un’azione di controllo e verifica sull’operato dell’amministrazione attiva nel supremo interesse collettivo e nel rispetto del ruolo e delle regole.

Da questi banchi e con l’alto senso delle istituzioni che ci contraddistingue, svolgeremo le nostre funzioni e daremo il nostro contributo con impegno, attenzione, trasparenza e dedizione, come è giusto che ogni eletto faccia per rappresentare le istanze della comunità che va ad amministrare, senza infingimenti, con onestà e soprattutto senza interessi personali.

Saremo dunque opposizione vigile, critica, dura ed intransigente quando occorrerà, tanto quanto saremo costruttivi e propositivi per concorrere a migliorare il nostro amato paese.

Carmelo Sottile, Melinda Recupero, Monica Brancatelli, Nunziatina Starvaggi e Giuseppe Puleo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: