SANITA’: UDC, COMMISSIONE ARS NON HA DECISO CHIUSURA OSPEDALI

”La commissione Sanita’ dell’Ars, nella seduta odierna, non ha deliberato la chiusura di alcun ospedale, ma ha semplicemente ribadito quanto gia’ previsto dal Piano di rientro, cioe’ che i presidi sottoutilizzati possano essere riconvertiti, rifunzionalizzati e dipartimentalizzati.Tant’e’ che e’ stato approvato un emendamento aggiuntivo in cui si parla di chiusure delle strutture organizzative, riferendosi pertanto alla singola unita’ operativa o reparto del singolo presidio. Cio’ e’ stato sancito anche con l’assenso dell’assessore Russo nel verbale della seduta”. Lo afferma Toto’ Cascio, deputato Udc e componente della VI commissione Ars.”In pratica – aggiunge – si ribadisce ancora una volta l’utilita’ di salvaguardare alcuni presidi ospedalieri che anche se erogano servizi a bassa o media complessita’ sono funzionali al Ssr in quanto non distraggono risorse, sia tecnologiche che di personale, alle aziende ospedaliere di II e III livello, che invece si occupano di casi piu’ complessi.In altre parole – precisa Cascio – non e’ chiudendo questi ospedali che si riduce la domanda assistenziale. L’eventuale responsabilita’ di chiudere un ospedale e’ tutta in capo al Governo regionale”. Il deputato Udc ritorna sull’intera riforma del settore sanitario sottolineando che ”il diritto alla salute deve essere garantito a tutti i cittadini siciliani cosi’ come la fruizione e l’accessibilita’ alle prestazioni. Non vorremmo assistere a flussi migratori sanitari dai territori interni alle citta’ metropolitane o, per disaffezione, verso il nord Italia”.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: