SEGESTA JET: DUE INDAGATI

Ci sono due indagati per la collisione avvenuta il 15 gennaio nelle acque dello Stretto di Messina tra la nave veloce Segesta Jet di Bluvia e la porta contanier Susan Borchard, battente bandiera di Antigua. Sono il comandante ucraino della nave, Maksym Poludnyev, e Francesco Donato, comandante dell’imbarcazione Zancle, della Caronte, che si trovava a qualche centinaio di metri dal tragico impatto che provoco’ la morte di quattro persone e il ferimento di ottanta. La circostanza emerge dalla chiusura indagini fatta dalla procura della Repubblica. A Poludnyev i pm Angelo Cavallo, Francesca Ciranna e Vito Di Giorgio, contestato il reato di disastro colposo in quanto, pur avendo la sua nave il diritto di precedenza, non avrebbe ridotto la velocita’ e quindi cercato di attuare una manovra di emergenza. Per Donato, invece, la violazione del diritto di navigazione, in quanto pur avendo ricevuto il segnale di ”may day” ed essendo la Zancle molto vicina, avrebbe omesso di prestare assistenza agli occupanti della Segesta Jet. Nella collisione persero la vita quattro occupanti della nave veloce: il comandante Sebastiano Mafodda, i tre membri dell’equipaggio Marcello Sposito, Palmiro Lauro e Domenico Zona.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: