Sicilia: Politiche sociali, a disposizione dei Comuni 2,5 milioni di “buoni viaggio” per persone disagiate

L’assessorato regionale alle Politiche sociali ha proceduto alla ripartizione di 2,5 milioni di euro ai nove capoluoghi di provincia dell’Isola al fine di destinare “buoni viaggio” a persone disagiate per spostamenti effettuati a mezzo del servizio taxi o di noleggio con conducente. A darne notizia l’assessore regionale alle Politiche sociali, Antonio Scavone.

«In particolare – afferma Scavone – le risorse stanziate dal governo Musumeci saranno destinate a persone con impedimenti fisici o comunque con mobilità ridotta, con patologie accertate ovvero in stato di bisogno o appartenenti a nuclei familiari più esposti agli effetti economici negativi derivanti dall’emergenza epidemiologica. La misura ha un duplice scopo, da un lato alleviare i disagi negli spostamenti creati dalla pandemia alle persone bisognose, pensiamo ai tanti anziani o portatori di handicap che hanno difficoltà persino nel fare la spesa, dall’altro aiutare un settore, come quello del trasporto a mezzo taxi e noleggio con conducente, che ha subito un drastico calo del fatturato proprio a causa dell’emergenza Covid». Saranno ora i Comuni capoluogo ad emanare apposito bando per la concessione dei “buoni viaggio”.

Oltre 900 mila euro andranno a Palermo, 450 a Catania, 330 a Messina, 130 sia ad Agrigento sia a Caltanissetta, 100 ad Enna, 170 a Ragusa, 210 a Siracusa e, infine, 150 a Trapani.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: