Messina. Il 105° della “Festa di Corpo” del 5° Fanteria e del 6° Reparto “Aosta” La cerimonia si è svolta a Messina nel Sacrario di Cristo Re

 

“Abbiamo voluto ricordare in maniera sobria e allo stesso tempo informale, i 105 anni della festa di corpo del 5° Reggimento Fanteria “Aosta” e del 6° Reparto Comando e Supporti Tattici “Aosta”, insieme alla città, alle autorità, ai rappresentanti della cultura, ai rappresentanti degli Istituti scolastici cittadini, a due allievi della Scuola Militare Nunziatella di Napoli, alle associazioni combattentistiche e d’arma”, lo ha dichiarato il generale di brigata Maurizio Taffuri Comandante del distaccamento della Brigata “Aosta” che ha concluso “grazie a tutti voi per la felice riuscita di questo appuntamento con la Storia che ci accomuna”. Sono stati due i momenti che hanno sancito nel piazzale di Cristo Re la rievocazione dei fatti del Col della Beretta accaduti durante la prima guerra mondiale, la cerimonia alle ore 11.00 dell’alzabandiera collettiva nei luoghi rievocativi della città di Messina, che hanno richiamato i luoghi ideali della memoria.

 

Al Col della Beretta corrispondeva il Santuario di Dinnammare, dove era presente don Filippo Ferlita cappellano dell’Esercito, al Monte Grappa la Caserma Crisafulli Zuccarello e al Monte Valderoa corrispondeva il Santuario di Cristo Re a cui si è aggiunto anche il distaccamento di Lampedusa. Molto sentiti i due audio messaggi augurali inviati da Marco Fioravanti Sindaco di Ascoli Piceno e da Elena Pavan Sindaco di Bassano del Grappa, città che hanno dedicato la Cittadinanza Onoraria al 5° Fanteria Aosta. Gli interventi del prof. Biagio Ricciardi presidente dell’Istituto del Nastro Azzurro assieme al generale Ignazio Rao, del prof. Vincenzo Caruso assessore alla cultura del Comune di Messina e del cappellano della Marina Militare don Luigi Benemerito hanno concluso la prima parte della cerimonia. La seconda parte è continuata all’interno del Sacrario con la lettura del messaggio augurale inviato da Antonio Miatto Sindaco di Vittorio Veneto, anche questa città ha dedicato la Cittadinanza Onoraria al 5° Fanteria Aosta. A seguire la lettura di due poesie del poeta Giuseppe Ungaretti, da parte della dott.ssa Tommasa Siragusa Direttrice della Biblioteca Regionale Universitaria “Giacomo Longo” di Messina, che ha concluso l’intervento con un messaggio augurale. Dopo le note del silenzio dedicato ai caduti di tutte le guerre, il generale Taffuri ha salutato i due allievi della Scuola Militare Nunziatella, ha ringraziato il prof. Ricciardi per il sostegno dato all’evento ed ha ricevuto in dono una copia del libro “Il Valore del Ricordo Capitano Umberto Masotto” autografata dagli autori Domenico Interdonato e Vincenzo Caruso, che hanno brevemente tracciato la figura dell’eroe Masotto e la pagina di Storia patria che accomuna Messina e Noventa Vicentina. I momenti salienti della cerimonia sono stati scanditi dalle musiche d’ordinanza della Banda Musicale dell’Aosta.

(D.I.)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: