San Fratello: Firmato accordo di partenariato per la salvaguardia e la tutela della lingua galloitalica

 

Il 30 aprile 2022 rappresenta senza dubbio per San Fratello e tutti i paesi di parlata galloitalica, una delle giornate più importanti per la salvaguardia e la tutela della sua lingua. Una lingua che testimonia i contatti tra i possedimenti normanni di Sicilia e l’antico Marchesato del Monferrato, in Piemonte, durante l’età normanna.
Il fatto che ad oggi se ne parli ancora, è sinonimo di attaccamento, identità e appartenenza.
Per la prima volta oggi i Sindaci dei Comuni di parlata galloitalica: Aidone, Buccheri, Caltagirone, Cassaro, Ferla, Fondachelli Fantina, Montalbano Elicona, Nicosia, Novara di Sicilia, Piazza Armerina, San Fratello, San Piero Patti e Sperlinga, su input del DDL del Senatore Trentacoste hanno formalizzato un accordo di partenariato, preceduto da deliberazioni di Giunta e Consiglio comunale.

 

Alla firma, avvenuta presso l’aula consiliare del Comune di San Fratello, hanno presenziato il Senatore Fabrizio Trentacoste, il prof. Alfonso Gambacurta, docente di Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi presso La Sapienza – Università di Roma e il Prof Trovato in videocollegamento.
Ad impreziosire un momento così importante la presentazione della Divina Commedia integralmente tradotta, in galloitalico, dalla Prof.ssa Teresa Mammana.
Importante l’intervento del Prof Pino Foti, sempre presente e attento quando si parla di San Fratello e della sua lingua.
A fine manifestazione, il Senatore ha voluto fare un giro per le vie della parte antica del paese ed è rimasto sbalordito della bellezza che ci circonda.

(comune)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: