“Un progetto per la mia città: le 4 R per salvare l’Ambiente”, presentata la campagna di sensibilizzazione sul riciclo dei rifiuti rivolta agli studenti degli istituti di Messina

Si è svolto ieri sera, presso la sede dell’Associazione Motonautica e Velica Peloritana, l’incontro di presentazione del progetto “Un progetto per la mia città: le 4 R per salvare l’Ambiente” realizzato dal Lions Club Messina Tyrrhenum in sinergia con la Città Metropolitana di Messina.
Il progetto di Educazione Ambientale, destinato a tutte le scuole primarie e secondarie di primo grado del capoluogo peloritano, approvato dalla Città Metropolitana di Messina nell’ambito dei progetti ambientali del Nodo INFEA e Agenda 2030, si pone l’obiettivo di affrontare il problema dell’inquinamento da rifiuti, spiegando il significato delle “4R – riduzione, riciclo, riutilizzo e recupero”, con un approfondimento sugli impatti ambientali, per una più dettagliata comprensione del fenomeno causa-effetto.
Sul tema in discussione hanno relazionato: il presidente del Lions Club Messina Tyrrhenum, Giuseppe Vadalà Bertini; il dirigente all’Ambiente della Città Metropolitana di Messina, Salvo Puccio; il responsabile del nodo INFEA, Giuseppe Cacciola; l’ex dirigente della Provincia di Messina, oltre che socia del Club e già delegata al tema “Le 4r per salvare l’ambiente” anno 2020/2021, Silvana Schachter; la Componente del Comitato distrettuale stipula ed attivazione protocolli e socia del Club, Rosa Torre.
Gli interventi hanno espresso la necessità di potenziare il riciclo dei rifiuti per garantire la salvaguardia del territorio e, aspetto non meno importante, generare ricchezza e lavoro con la realizzazione di filiere di recupero.
Il presidente Vadalà Bertini ha sottolineato l’importanza della collaborazione tra i Lions Club Messina Tyrrhenum e Palazzo dei Leoni nell’ottica di una sempre maggiore attenzione alle politiche di salvaguardia ambientale e ha rilevato come ci sia stata una buona adesione degli istituti scolastici cittadini che, grazie alla stipula di protocolli d’intesa, avvieranno il progetto attraverso la cura di azioni d’informazione.
“Questa tipologia di progetti – ha affermato Puccio – ha una duplice valenza, uno didattico e l’altro educativo. Imparare le regole di buona educazione civica significa ridurre l’impatto dell’attività di repressione che, per sua natura, giunge quando non è più possibile recuperare i rifiuti abbandonati. Il riciclo costituisce non soltanto una risorsa economica ma anche uno strumento di crescita occupazionale legato alla generazione del ciclo della lavorazione del rifiuto. Infine, desidero sottolineare come Messina sia la prima Città Metropolitana del sud Italia sulla base dei dati d’incremento della raccolta differenziata e di produzione dei sottoprodotti quale carta, cartone e plastica”.
L’importanza dell’iniziativa è stata sottolineata dal responsabile del nodo INFEA Giuseppe Cacciola che ha ricordato come un’attività di informazione sui temi ambientali, rivolta agli studenti, sia stata avviata dalla Città Metropolitana ben dieci anni fa.
Un interessante contributo è stato fornito dalla rappresentante della start up “Ohoskin s.r.l.”, Erica Antoci, che ha illustrato i metodi innovativi di produzione di materiali tessili per la moda sostenibile attraverso l’utilizzo degli scarti di arance e fichi d’india; si tratta di un’attività che genera processi di economia circolare per il bene degli animali, del pianeta e delle persone.
Nel corso del meeting è stato proiettato, in anteprima, il video realizzato dal Lions Club Messina Tyrrhenum, con la supervisione del regista messinese Fabio Schifilliti, in collaborazione con la Città Metropolitana di Messina e Messinaservizi Bene Comune S.p.A..
I primi Istituti ad aver sottoscritto il protocollo sono stati il “Maurolico”, dirigente Giovanna De Francesco, l’ “Archimede”, dirigente Laura Cappuccio, e il “Vittorini”, dirigente Giovanni Maisano. Successivamente si sono aggiunti: “Battisti-Foscolo”, dirigente Alessandra Minniti; “S. Margherita”, dirigente Fulvia Ferlito; “Cannizzaro-Galatti”, dirigente Giovanna Egle Candida Cacciola; “Tremestieri”, dirigente Giuseppina Broccio; “Antonello”, dirigente Laura Tringali; “Albino Luciani”, dirigente Grazia Patanè.
Alla presentazione hanno partecipato vari dirigenti delle scuole primarie e secondarie di Messina che hanno sottoscritto con il Club il protocollo “Le 4 R per salvare l’Ambiente” oltre ad autorità civili, militari e politiche cittadine.

 

(CMDM)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: