Capo d’Orlando: Vietati accampamenti e bivacchi in spiaggia, mascherina obbligatoria se non è possibile tenere la distanza interpersonale

Secondo quanto disposto dall’ultima ordinanza emessa dal Presidente della Regione Siciliana, il Sindaco di Capo d’Orlando Franco Ingrillì ha firmato un nuovo provvedimento finalizzato al contenimento dell’emergenza epidemiologica.
In particolare, sono vietate tutte le attività esercitate al chiuso in sale da ballo, discoteche e locali assimilati, mentre all’esterno, fermo il principio del distanziamento interpersonale si ricorda che ciascun esercizio non può tendenzialmente ospitare oltre il 40% dell’afflusso di pubblico normalmente autorizzato. Gli utenti, inoltre, dovranno sempre indossare la mascherina negli ambienti al chiuso e all’esterno. Le notti dei giorni 14 e 15 agosto, tenuto conto della necessità di assicurare una adeguata prevenzione del rischio di contagio, ogni esercizio commerciale che intenda promuovere eventi aperti al pubblico, deve avere comunicato tale decisione al Comune e alla Prefettura competente per territorio entro le 48 ore antecedenti, così come previsto dall’ordinanza contingibile e urgente n. 31 del 09 agosto 2020 del Presidente della Regione Siciliana. Resta fermo, l’assoluto divieto di assembramento, il limite massimo del 40% della capienza, l’obbligo di utilizzare spazi all’aperto e di indossare la mascherina.
Al fine di evitare forme di assembramento in aree demaniali (spiaggia compresa), è vietato lo svolgimento di manifestazioni pubbliche e/o di eventi aggregativi. È obbligatorio l’uso della mascherina in luoghi pubblici e privati, anche all’aperto, quando non sia possibile mantenere la distanza di sicurezza interpersonale. Non sono soggetti all’obbligo di utilizzo di mascherina o altro strumento di copertura di naso e bocca i bambini al di sotto dei sei anni e i soggetti con forme di disabilità che ne rendano incompatibile l’uso. Le sanzioni amministrative previste per chi viola queste disposizioni vanno da 400 a 3.000 euro.
Inoltre, non è consentito accamparsi e bivaccare in spiaggia. E’ quindi categoricamente vietato posizionare gazebo e tende sul litorale, non si può mangiare né accendere fuochi. Per le giornate del 14 e 15 agosto sono stati predisposti controlli con i volontari della Protezione Civile Comunale, Rangers e Polizia Municipale. Un prezioso supporto, inoltre, sarà fornito dai Carabinieri, dalla Polizia e dagli uomini della Capitaneria di Porto. (comune)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: