MEZZ’ORA COL QUESTORE – OGGI IL QUESTORE CAPOLUONGO HA INCONTRATO GLI STUDENTI DELL’AINIS. PAURE IL TEMA DELL’APPUNTAMENTO.

 

Un nuovo incontro del progetto “Mezz’ora col Questore” ha avuto luogo stamani, a Messina, presso il Liceo “Emilio Ainis” di Messina.

Paure è stato il tema di un vero e proprio dialogo che il #Questore Capoluongo ha scelto di instaurare con la variegata platea degli studenti dell’istituto scolastico messinese. Un tema dalle tante sfumature che ha portato i protagonisti dell’appuntamento a dibattere su quali siano le maggiori paure di ogni singolo cittadino e, in particolare, di un giovane cittadino che si appresta a diventare protagonista attivo della società civile.

Centrale anche il dibattito sulla “paura di denunciare”, che – come ha ribadito il Questore – deve essere superata da chiunque sia vittima di bullismo, violenza o altre ingiustizie: «Non giratevi mai dall’altra parte, denunciate sempre le irregolarità, perché ogni volta che sono violate le regole vengono calpestate le nostra libertà».

#PoliziadiStato
MEZZ’ORA COL QUESTORE – OGGI IL QUESTORE CAPOLUONGO HA INCONTRATO GLI STUDENTI DELL’AINIS. PAURE IL TEMA DELL’APPUNTAMENTO.

Un nuovo incontro del progetto “Mezz’ora col Questore” ha avuto luogo stamani, a Messina, presso il Liceo “Emilio Ainis” di Messina.

Paure è stato il tema di un vero e proprio dialogo che il #Questore Capoluongo ha scelto di instaurare con la variegata platea degli studenti dell’istituto scolastico messinese. Un tema dalle tante sfumature che ha portato i protagonisti dell’appuntamento a dibattere su quali siano le maggiori paure di ogni singolo cittadino e, in particolare, di un giovane cittadino che si appresta a diventare protagonista attivo della società civile.

Centrale anche il dibattito sulla “paura di denunciare”, che – come ha ribadito il Questore – deve essere superata da chiunque sia vittima di bullismo, violenza o altre ingiustizie: «Non giratevi mai dall’altra parte, denunciate sempre le irregolarità, perché ogni volta che sono violate le regole vengono calpestate le nostra libertà».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: